Articoli

Cosa sono le edentulie?

L’edentulia è la situazione clinica in cui è evidente la mancanza di denti. Tale mancanza può essere parziale (uno o più denti di un’arcata) o completa (mancanza di denti di tutta l’arcata).

Cosa è l’edentulia?

L’edentulia di un singolo elemento dentario o monoedentulia presenta aspetti diversi a seconda della localizzazione, distinguendo le aree estetiche da quelle posteriori; sebbene in alcuni casi possa essere considerata trascurabile la riduzione della capacità funzionale, assumono significato diagnostico i rischi di allungamento dei denti dell’arcata antagonista o di inclinazione dei denti adiacenti.

Le edentulie parziali di più denti o multiple si distinguono in edentulie distali (monolaterali o bilaterali) e edentulie intercalate (anteriori o posteriori), queste ultime a loro volta in monolaterali o bilaterali.

Più complessa è la situazione clinica relativa alle edentulie complete dove la perdita degli elementi dentari si accompagna in genere a profonde alterazioni dell’intero apparato stomatognatico.

Dopo la perdita di uno o più denti, si verifica un riassorbimento dell’osso che li contiene (osso alveolare) e il tessuto connettivo che li circonda (legamento parodontale).

Successivamente cambiano le caratteristiche della gengiva che perde le caratteristiche di mucosa cheratinizzata e mostra in genere una riduzione in spessore.

Nelle fasi più avanzate delle edentulie complete, i tessuti molli vanno incontro a veri e propri processi di atrofia con riduzione dello spessore e dell’elasticità.

Successivamente sono coinvolti i tessuti periorali, con importanti cambiamenti nell’aspetto del paziente. L’età maggiormente coinvolta dall’edentulia totale è quella oltre i 65 anni quando il tono cutaneo appare già ridotto e sono visibili le rughe cutanee.

Le guance e le labbra, non più sostenute dai denti e dai processi alveolari, si afflosciano, il profilo del terzo inferiore del viso assume un aspetto concavo, appaiono più evidenti e profonde le rughe di espressione naso-labiali e labio-mentali.

L’assenza di denti, inoltre, può alterare l’assetto dell’equilibrio corporeo in cui il collo, la testa, e in particolare la mandibola, giocano un ruolo fondamentale: cambiano la muscolatura masticatoria, la postura mandibolare e la fonesi.

Non si tratta pertanto soltanto di un problema estetico o funzionale. La limitazione delle relazioni sociali, a causa del disagio di mostrarsi senza denti, può alterare l’equilibrio psicologico di questi pazienti. Non ultime le difficoltà digestive causate da un’imperfetta triturazione del cibo.

Articoli Correlati

Quando è necessario sostituire denti andati perduti mediante...

Quando si rende necessario il ricorso agli...

Definizoni Correlate

Risposte Correlate

Ai fini implantari, la visita richiede una serie di valutazioni...

Il fallimento immediato avviene subito dopo l’intervento...

trova-implantologo